Full immersion per il personale di Carboflotta

Di Lascio (ECM Europe) fornirà allo staff di Telesio i seminari di aggiornamento sull’EMS Environmental Management System e sicurezza impartiti alla scuola di formazione di La Spezia. ECM Europe Srl ha siglato un accordo con Carboflotta di Genova al fine di organizzare un corso intensivo di 2 giorni – che si terrà nel 2010 al Carboflotta Training Center di La Spezia – per circa 60 dipendenti, tra cui il personale di terra, inclusi i top manager, relativo al Sistema di Gestione Ambientale ed ai requisiti ambientali federali e statali negli Stati Uniti.


“Il progetto formativo ha l’obiettivo di fornire consapevolezza agli ufficiali di bordo circa l’importanza della conformità ai regolamenti federali e statali americani ed alle conseguenze potenziali di scostamento rispetto ai requisiti specificati” spiega Bruno Di Lascio, General Manager di ECM Europe, agente esclusivo di ECM Maritime Services LLC dal 2005, che ha sviluppato il progetto. “Il corso, primo in Italia nel suo genere, descrive i requisiti di pianificazione ed attuazione di un sistema di gestione ambientale a bordo delle navi quali fondamenta per la corretta gestione e monitoraggio delle legislazioni americane, di cui alcune di recente implementazione quali i requisiti del National Pollutant Discharge Elimination System (NPDS) emesso dall’ agenzia di protezione ambientale degli Stati Uniti (EPA) e regolamenti Salvage & Firefighing di prossima introduzione in tutti i ‘Tank Vessel Response Plan’ entro il prossimo 10 Giugno 2010. Carboflotta (Carbofin, Carbonor, Carbofin Energia Trasporti) fornisce servizi di shipmanagement per 4 navi LNG della LNG Shipping SpA – ENI, possiede 4 tankers, 1 petroliera e 4 LPG, dando impiego a circa 300 lavoratori marittimi (soprattutto da Italia e Filippine) e 40 di personale di terra.
“Il primo giorno del Seminario ha lo scopo di spiegare i principi e gli elementi di un efficace Sistema di Gestione Ambientale (SGA) secondo la ISO 14001, che possa aiutare l’azienda a raggiungere obiettivi ambientali ed economici. Il secondo giorno inizia con un excursus storico sull’Oil Pollution Act del 1990 con gli effetti del passato, presente e futuro, e termina con un aggiornamento sull’U.S. Environmental Federal and State Regulations” spiega ancora Di Lascio, che vanta un’esperienza di 15 anni nella Marina Militare Italiana prima (dal 1991 al 1994) ed un’epserienza di 10 anni in compagnie di navigazione poi come Auditor Sicurezza & Qualità, DP, QSA Coordinatore e Responsabile Qualità.

I Commenti sono chiusi

Media on ECM

Con noi ti tieni informato

Puoi ricevere gratuitamente le nostre news via: